LA MISSIONE DELLA FONDAZIONE E' DI SOSTENERE E PROMUOVERE:
  • l'indagine attorno alla formazione ed alla prassi del film e dell’audiovisivo in contesti educativi e mediali.
  • il monitoraggio, la ricerca ed attività di formazione operativa per la costruzione di  sistemi integrati per la progettazione curricolare unitamente  all’aggiornamento-formazione degli  insegnanti e del personale scolastico, in particolar modo quelli operanti negli indirizzi  e nei corsi di studio “audiovisivo e multimediale” e "Cinema/Film" nelle scuole di ogni ordine e grado e delle università.
  • la promozione dell’uso formativo del film e del video nelle istituzioni scolastiche, universitarie, di volontariato e l'indagine sulla diffusione di questo uso.
  • la ricerca volta a identificare i criteri di valutazione e valorizzazione del Film,  dell’Audiovisivo e delle Arti Multimediali in contesti formativi, educativi, esperienziali,  di integrazione sociale e recupero del benessere psico-fisico e mentale unitamente ai bisogni educativi speciali.
  • la cultura dell'autorialità a sostegno della proprietà intellettuale (P.I.) espressa nell’audiovisivo e nei multimedia.
  • la ricerca interdisciplinare sui saperi coinvolti nella produzione dell’audiovisivo e del multimediale, al fine di creare specifiche professionalità e ampliare la base di utenza finale;
  • la riflessione sul film e la sua produzione come esempio di creatività non solo riducibile a logiche commerciali o di genere;
  • la ricerca su come il cinema e l'audiovisivo in generale possano veicolare al meglio l'importanza dei valori ambientali e mantenerne viva la sensibilità e la sostenibilità degli stili di vita.
Questi obiettivi, anche nelle loro singolarità,  sono considerati come essenziali ed imprescindibili per l’adempimento allo scopo di Statuto.

IL CINEMA OGGI E L'APPORTO DI FILMAGOGIA  
Stiamo vivendo un momento cruciale nella storia del Cinema. Da una parte l'evoluzione tecnologica e dall'altra la conseguente universalizzazione del facile accesso al film ed ai video stanno portando sempre più l'industria cinematografica e multimediale ad essere un immenso business dell'intrattenimento con enormi implicanze morali ed educative. Il mondo legge meno e guarda di più. Le nuove generazioni dei “nativi digitali” hanno sempre meno a che fare con la carta stampata, mentre trovano nei dispositivi multimediali personali il quasi esclusivo tramite d'accesso alla società, all'informazione ed alla formazione.

FILMAGOGIA , un neologismo che significa “formazione ed educazione al film”  nasce sull'onda dei cambiamenti avvenuti nell'iconosfera e nello stesso tempo promuove il recupero delle motivazioni fondative della filmologia. Per questo si è avvalsa del confronto e del sostegno assiduo di Alain Bergalà, regista e critico cinematografico  (Fémis – Nouvelle Sorbonne Paris III), uno dei maggiori protagonisti e teorici della riforma per l’educazione al cinema e l’audiovisivo in Francia
 
La Fondazione è internazionale di diritto svizzero sottoposta all’autorità  di sorveglianza federale elvetica.
Essa ha per scopo il sostegno, lo sviluppo la promozione e la divulgazione della ricerca per l’educazione al cinema all’audiovisivo ed alle arti multimediali  così come la promozione e la partecipazione a progetti di ricerca teorica ed applicata con altre Fondazioni od altre Istituzioni scientifiche pubbliche o private ed aventi come finalità la valorizzazione del cinema dell’audiovisivo e delle arti multimediali nell’ambito della formazione delle persone e del loro benessere fisico e mentale.
 
Nel suo obiettivo i temi operativi specifici sono la ricerca volta ad identificare i criteri di valutazione del film e dell’educazione all’audiovisivo in contesti formativi ; la cultura dell’autorialità a sostegno della proprietà intellettuale , lo studio interdisciplinare sui saperi trasposti nella produzione audiovisiva , al fine di creare specifiche professionalità . Altri temi, riguardano l’educazione all’ambiente e alla sua sostenibilità attraverso il film; l’attenzione alle recenti scoperte sulla neurofisiologia del cervello  e agli studi sulla fascinazione delle immagini a partire dal valore del “bello” che coinvolge studi che vanno dall’ontologia all’estetica alla biologia.

Una produzione audiovisiva orientata alla formazione non può non misurarsi sull’eredità ancora oggi attuale di Roberto Rossellini, autore che coniugò nel suo lavoro teoria, pedagogia e prassi del film per il cinema e la televisione. Dallo studio del cinema e dei suoi Maestri FILMAGOGIA trae ispirazione per sostenere e promuovere la produzione di video, corti e lungometraggi per l’Edizione “Sotto lo sguardo dei maestri” svolti in collaborazione con la Fondazione Augusta Pini di Bologna. Nonché la produzione di video promozionali scientifici commissionati da Scuola di Ingegneria dell’Università di Bologna e svolti in collaborazione con il Dipartimento delle Arti visive dell’Università stessa. Non ultimo l’impegno profuso della Fondazione per creare un rapporto più collaborativo tra Università e scuola superiore  nell’organizzazione di workshop internazionali  per migliorare la formazione dei docenti in particolare del triennio audiovisivo e multimedia  dei Licei Artistici a livello nazionale in Italia (dall’attivazione della riforma Gemini in poi). In tale rapporto la valorizzazione della produzione audiovisiva in particolare  dei giovani ha una priorità rilevante  con l’istituzione del Premio Filmagogia e Augusta Pini unitamente alle relative menzioni speciali nell’ambito della Mostra internazionale  del cinema a Venezia  che vedrà sempre più un investimento nella valorizzazione delle produzioni video non solo presentate da professionisti o studenti e operatori del settore specifico , ma da tutti coloro si cimentano in produzione video di qualità anche su Internet. (Tale selezione è svolta in collaborazione con Media-Archive).

 
 
 
<< Pagina precedentePagina successiva >>
Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici
e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy
Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'utilizzo dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy