CORSO DI ALTA FORMAZIONE

www.altaformazione.filmagogia.ch


Isola di San Servolo – Venezia 07-09 Settembre 2017
Workshop Internazionale Filmagogia-2017

 
TERZA SEZIONE DEL CORSO DI ALTA FORMAZIONE: “AUDIOVISIVO-MULTIMEDIA IL NUOVO CURRICOLO”
 
 
Il primo lustro dei Workshop di Filmagogia si distingue per importanti e positive novità sotto il versante dell’insegnamento Audiovisivo-Multimedia: la pubblicazione in BUR del Decreto Attuativo DM 259/2017che risolve l’annosa “atipicità” dei docenti di queste discipline; la presenza sui tavoli del MIUR e del CUN delle proposte di curricolo per il triennio Audiovisivo-Multimedia. Novità entrambe fortemente perseguite e stimolate dalla Rete dei Licei Artistici e da Filmagogia, come testimoniato dalle attività dei precedenti workshop e incontri della Rete Nazionale dei Licei Artistici.
Quest’anno la Fondazione Filmagogia realizza il suo 4° workshop internazionale veneziano nel contesto della 74. Mostra Internazionale del Cinema per dare spazio al Corso di Alta Formazione “Saperi strumenti e policies per l'innovazione didattica dell'audiovisivo e della multimedialità” e con esso offrire continuità e valore all'impegno dei Docenti e dei Dirigenti per la partecipazione e il sostegno alle prime due Sezioni del Corso stesso.
 
In collaborazione con Dipartimenti delle Università di Bologna, Padova e Urbino la proposta formativa della Terza Sezione“Filmagogia 2017. audiovisivo-multimedia il nuovo curricolo” si svilupperà pertanto su tre livelli:  
A) Esperti ad hoc terranno incontri in plenaria con approfondimenti e riflessioni condivise con i partecipanti sui temi della sceneggiatura e della serialità televisiva.
B) “Saper insegnare” non coincide con il “sapere insegnato”: la sintesi finale quale esito dei tavoli di lavoro sul curricolo svolti a Parma (19.05.2017) costituisce ora la base concreta per ulteriori riflessioni che non hanno potuto svilupparsi nell'economia della durata della giornata parmense. A Venezia si potrà utilizzare uno spazio e un tempo ulteriore così da pervenire ad una maggiore condivisione della sintesi curricolare prodotta nel Maggio scorso unitamente ad un processo di ricerca condivisa per la definizione di “descrittori” che si traducano in “linee guida più evolute” in ordine al fare scuola per un verso e per l'altro alla produzione di un documento finale di valenza nazionale. Per tale finalità sono stati invitati esperti del curricolo, della didattica disciplinare e del profilo professionale alto dell'insegnante alla luce dei nuovi assetti normativi
C) Non si dà produzione audiovisiva di qualità se non attraverso la sua valorizzazione: la Sezione dedicata alla prassi dell'audiovisivo si svolgerà presso l'Hotel Excelsior nel cuore della 74. Mostra internazionale del Cinema di Venezia a Venezia-Lido con la Cerimonia di conferimento dei Premi unitamente alle relative menzioni speciali e alla presenza dei rappresentanti della Giuria.
 
 
Programma

Workshop Filmagogia 2017
Giovedì 7 Settembre ore 15.00  San Servolo – Venezia

 
Saluti di benvenuto da:
Loretta Guerrini Verga – Presidente Fondazione Filmagogia - Docente di “Analisi del film” DAR-Università di Bologna
Maria Grazia Dardanelli -Presidente del Comitato della Rete Nazionale dei Licei Artistici – Dirigente Liceo artistico “E. Rossi” - Roma
Roberto Pettenati - Presidente Board di Progetto audiovisivo-multimedia – Dirigente Liceo Artistico “Toschi” - Parma
 
Ore 15.15 Apertura dei Lavori.
Coordinamento: Flaminia Giorda – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e Valutazione del Sistema Nazionale di istruzione MIUR
 
Alain Bergala (Regista. Saggista cinematografico. Fémise-Paris)                                 
“La proposta di curricolo audiovisivo - multimedia al confronto internazionale”
(Traduzione in consecutiva: Florinda Balli)
 
ore 17.00
Massimo Baldacci -Ordinario di Pedagogia Generale. Università di Urbino
“L'identità del docente contemporaneo”
 
ore 18.00 Discussione
 
ore 18.30 Chiusura dei lavori

 

Workshop Filmagogia 2017
Venerdì 8 Settembre San Servolo – Venezia

Incontri di approfondimento didattico-curricolare del Corso di Alta Formazione “Saperi strumenti e policies per l'innovazione didattica della multimedialità”
 
Ore 9.00 apertura dei lavori.
Coordinamento Manlio Piva - Direttore del Corso di Alta Formazione. Docente di Didattica dell'audiovisivo e multimedia - FISSPA Università di Padova
 
Salvatore Frisina – Produttore e Filmaker
“Antropologia dello Storytelling: Come scrivere una sceneggiatura a partire dalle norme di interazione fra i personaggi.”
 
Ore 11.00
Damiano Garofalo – Assegnista di Ricerca – Università Cattolica. Milano
“La serialità televisiva: temi, metodologie, percorsi didattici.”

 
Ore 13.30 Pausa pranzo
 
Ore 15.00
Sezione conclusiva del Workshop a cura di Berta Martini – Associato di Pedagogia Generale – Università di Urbino
“Descrittori per un curricolo nazionale audiovisivo - multimedia.”
 
Il curricolo necessita di essere fatto agire nel concreto della situazione didattica. 
Pertanto, è utile individuare e condividere con i partecipanti quei “descrittori” che possano fungere da linee guida più evolute ed operative a partire dalla presentazione di Michele Gennari -Docente, Liceo Artistico“Toschi”- del documento di sintesi del curricolo audiovisivo - multimedia elaborato a Parma nel contesto del  Seminario nazionale “ Dando la parola ai docenti”.
 
 
Ore 18.30 Chiusura  dei lavori.
 

Workshop Filmagogia 2017
Sabato 9 Settembre ore 11.00 - Spazio Regione del Veneto Hotel Excelsior, Venezia Lido

Cerimonia di Premiazione per l’attribuzione dei Premi Filmagogia, Augusta Pini e Media-Archive unitamente alle relative menzioni speciali ai migliori video selezionati
 
Conduce l'Evento Daniele Pajar -Direttore “EXTRA -extraordinary culture & ideas” sul tema:  “L''importanza formativa della prassi del film e del video
 
Interventi di:
Loretta Guerrini Verga - Presidente Fondazione Filmagogia -
Giorgio Palmeri - Fondazione Augusta Pini di Bologna
Alain Bergala (Regista e saggista cinematografico, Fémise – Paris) Presidente commissione di giuria del Premio Filmagogia
Rolando Meconi (Consulente MIUR. Presidente del nucleo di valutazione dell'Accademia di Belle Arti di Roma)
 
Cerimonia di Premiazione: “La parola e le immagini ai registi migliori”

 
Ore 15.00: Termine della cerimonia e chiusura dei lavori del Workshop

 
NOTA : L'arrivo nella sede dello svolgimento del Corso di Alta Formazione a Venezia (San Servolo) è previsto entro le ore 14.00 di giovedì 7/09 .

 


*Il Centro di Soggiorno S. Servolo è facilmente raggiungibile con un vaporetto che, dalla Stazione Centrale dei treni “S. Lucia” o dall'Aeroporto o da Piazzale Roma, porta alle “Zattere” (fermata S. Marco S.Zaccaria ) da dove un secondo vaporetto porta a S. Servolo . La Reception del Centro di Soggiorno è di fronte all'attracco del vaporetto stesso ( tempo di percorrenza :1h. circa)   
*La Cerimonia di Premiazione si svolgerà sabato 9 settembre dalle ore 11.00 alle 15.00 all'Hotel Excelsior –Venezia-Lido.  Per lo spostamento da  S. Servolo al Lido i partecipanti potranno utilizzare il vaporetto numero 20 (tempo di percorrenza 15 ').
 
*Il pernottamento dei Corsisti e dei Relatori del Corso di Alta Formazione è a carico del budget del Corso di Alta Formazione unitamente alle sale che ospitano i lavori del Workshop.
A discrezione degli invitati la colazione può essere consumata al Bar o presso sede del Centro di S. Servolo (€ 7.00) unitamente al pranzo a buffet presso la sede stessa (€ 12): entrambe NON sono incluse nella quota del pernottamento ma a carico degli ospiti del Centro di soggiorno S. Servolo.
*La contingenza di eventi come la Mostra del Cinema e la Biennale d'Arte crea, come noto,  un overbooking nel contesto alberghiero veneziano con ricadute sui costi di prenotazione, da sempre. Pertanto sono gradite, se possibili, le soluzioni che permettono di utilizzare le camere doppie o triple al completo in quanto le camere singole, essendo le più richieste, sono estremamente esigue rispetto al numero dei partecipanti al Workshop. Esse, ovviamente, vengono riservate, in primis, ai relatori del Workshop stesso.
Tuttavia è prevista la possibilità per gli iscritti al Corso di Alta Formazione di utilizzare camere doppie ad uso singolo contribuendo personalmente a coprire un onere integrativo che verrà convenuto presso la Reception del Centro di Soggiorno S. Servolo. 
 
*Convenzione per la cena   (€ 25) , riservata agli invitati, con il Ristorante “l'Antica Sacrestia” – Calle della Corona 4463  (tel 041 5230749 – info@anticasacrestia.itprevia prenotazione. 
Il ristorante si trova alle spalle dell'Hotel “Danieli” vicino a Piazza S. Marco raggiungibile in 15 minuti da S. Servolo.
Le convenzioni ottenute dalla Fondazione Filmagogia per i pernottamenti a S. Servolo e con “L’antica Sacrestia” si estendono agli ospiti che vogliono prolungare la loro permanenza a Venezia anche per la domenica 10/09 (in coincidenza con la possibilità di visitare la Biennale d’Arte o altre Mostre/Eventi).
 
Per ulteriori informazioni: segreteria@filmagogia.ch








Corso di Alta Formazione:
Saperi strumenti e policy per l'innovazione didattica della multimedialità
 
 
PREMESSA 1.
Licei Artistici multimedia audiovisivo (estratti dalle indicazioni nazionali)
Profilo dello studente liceale: Essere in grado di leggere e interpretare criticamente i contenuti delle diverse forme di comunicazione; Saper utilizzare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione per studiare, fare ricerca, comunicare; Saper fruire delle espressioni creative delle arti e dei mezzi espressivi, compresi lo spettacolo, la musica, le arti visive; Essere in grado di utilizzare criticamente strumenti informatici e telematici nelle attività di studio e di approfondimento; comprendere la valenza metodologica dell’informatica nella formalizzazione e modellizzazione dei processi complessi e nell’individuazione di procedimenti risolutivi
Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno:
• avere approfondito la conoscenza degli elementi costitutivi dei linguaggi audiovisivi e multimediali negli aspetti espressivi e comunicativi, avere consapevolezza dei fondamenti storici e concettuali;
• conoscere le principali linee di sviluppo tecniche e concettuali delle opere audiovisive contemporanee e le intersezioni con le altre forme di espressione e comunicazione artistica;
• conoscere e applicare le tecniche adeguate nei processi operativi, avere capacita procedurali in funzione della contaminazione tra le tradizionali specificazioni disciplinari;
• conoscere e saper applicare i principi della percezione visiva e della composizione dell’immagine.
 
PREMESSA 2.
DISCIPLINE AUDIOVISIVE E MULTIMEDIALI
LABORATORIO AUDIOVISIVO E MULTIMEDIALE
LINEE GENERALI E COMPETENZE
Al termine del percorso liceale lo studente conoscerà e saprà gestire, in maniera autonoma, i processi progettuali e operativi inerenti al settore audiovisivo e multimediale, individuando, sia nell’analisi, sia nella propria produzione, gli aspetti espressivi, comunicativi, concettuali, narrativi, estetici e funzionali che interagiscono e caratterizzano la ricerca audiovisiva. Pertanto, conoscerà e sarà in grado di impiegare in modo appropriato le diverse tecniche e tecnologie, le strumentazioni fotografiche, video e multimediali più diffusi; comprenderà e applicherà i principi e le regole della composizione e le teorie essenziali della percezione visiva.
Lo studente avrà inoltre le competenze necessarie per individuare e gestire gli elementi che costituiscono l’immagine ripresa, dal vero o elaborata, fissa o in divenire, analogica o digitale, avendo la consapevolezza dei relativi fondamenti culturali, teorici, tecnici e storico-stilistici che interagiscono con il proprio processo creativo. Sarà altresì capace di analizzare la principale produzione audiovisiva del passato e della contemporaneità, e di cogliere le interazioni tra l’audiovisivo e le altre forme di linguaggio artistico. In funzione delle esigenze progettuali, espositive e di comunicazione del proprio operato, lo studente possiederà altresì le competenze adeguate nell’uso dei mezzi informatici e delle nuove tecnologie, e sarà in grado di individuare e utilizzare le relazioni tra il linguaggio audiovisivo ed il testo di riferimento, il soggetto o il prodotto da valorizzare o comunicare. La concentrazione sull’esercizio continuo delle attività tecniche ed intellettuali e della loro interazione intesa come “pratica artistica” e fondamentale per il raggiungimento di una piena autonomia creativa; e attraverso la “pratica artistica”, ricercando e interpretando il valore intrinseco alla realtà circostante in tutti gli aspetti in cui si manifesta, lo studente coglierà il ruolo ed il valore culturale e sociale del linguaggio audiovisivo. Sarà in grado, infine, di gestire l’iter progettuale di un’opera audiovisiva, dalla ricerca del soggetto alle tecniche di proiezione, passando dall’eventuale sceneggiatura, dal progetto grafico (storyboard), dalla ripresa, dal montaggio, dal fotoritocco e dalla post-produzione, coordinando i periodi di produzione scanditi dal rapporto sinergico tra la disciplina ed il laboratorio.
 
OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO
Discipline audiovisive e multimediali
SECONDO BIENNIO
Durante il secondo biennio si svilupperà la conoscenza e l’uso delle tecniche, delle tecnologie e delle strumentazioni tradizionali e contemporanee; si approfondiranno le procedure relative all’elaborazione del prodotto audiovisivo - individuando il concetto, gli elementi espressivi e comunicativi, la funzione - attraverso la gestione dell’inquadratura (campi e piani, angoli di ripresa), del tempo, del movimento, del colore e della luce. E‘ opportuno che l’alunno tenga conto della necessità di coniugare le esigenze estetiche ed espressive con le eventuali necessità commerciali del prodotto.
Lo studente analizzerà e applicherà le procedure necessarie alla realizzazione di opere audiovisive ideate su tema assegnato: fotografia, filmati, animazione cinematografica o informatica, etc; sarà pertanto indispensabile proseguire lo studio delle tecniche grafiche, geometriche e descrittive, fotografiche e multimediali, finalizzate all’elaborazione progettuale, individuando la strumentazione, i supporti, i materiali, le applicazioni informatiche, i mezzi multimediali e le modalità di presentazione del progetto più adeguati.
E’ necessario che lo studente acquisisca la capacita di analizzare, utilizzare o rielaborare la realtà e gli elementi visivi e sonori antichi, moderni e contemporanei. Le conoscenze e l’uso dei mezzi e delle tecniche informatiche finalizzati all’elaborazione del prodotto, all’archiviazione dei propri elaborati e alla ricerca di fonti saranno in ogni caso approfonditi.
QUINTO ANNO
Durante il quinto anno lo studente sarà condotto verso l’approfondimento e la gestione autonoma e critica delle fondamentali procedure progettuali e operative della produzione audiovisiva di tipo culturale, sociale o pubblicitario. A tal fine, si guiderà lo studente verso la piena conoscenza, la padronanza e la sperimentazione delle tecniche, delle tecnologie e delle strumentazioni; pertanto, è indispensabile che lo studente sia consapevole delle interazioni tra tutti i tipi di medium artistico e della “contaminazione” fra i linguaggi. Sarà opportuno soffermarsi sulle capacita espositive - siano esse grafiche (manuale, digitale) o verbali – del proprio progetto, avendo cura dell’aspetto estetico-comunicativo della propria produzione, a tal fine si dovranno contemplare le diverse metodologie di presentazione: taccuino, script, storyboard, carpetta con tavole, “book” cartaceo e digitale, video e “slideshow”. E’ auspicabile infine che lo studente sviluppi una ricerca artistica individuale o di gruppo, che conosca i principi essenziali che regolano il sistema della committenza, l’iter esecutivo, il circuito produttivo con le relative figure professionali, l’industria fotografica e cinematografica, il marketing del prodotto audiovisivo, la produzione in sala e l’home entertainment - considerando inoltre destinatari e contesto - e il contributo che le competenze acquisite porteranno ai vari percorsi di studio futuri.
Laboratorio audiovisivo e multimediale
SECONDO BIENNIO
Il laboratorio audiovisivo e multimediale ha la funzione di contribuire, in sinergia con le discipline audiovisive e multimediali, all’acquisizione e all’approfondimento delle tecniche e delle procedure specifiche. Inteso come fase di riflessione sollecitata da una operatività più diretta, il laboratorio rappresenta il momento di confronto, verifica o sperimentazione, in itinere e finale, del processo in atto sulle ipotesi e le sequenze di realizzazione del proprio lavoro. Attraverso questa disciplina, lo studente applicherà i processi di produzione e postproduzione. La ripresa, il fotoritocco, il montaggio, la stampa, etc, sono le principali tecniche che lo studente impiegherà per la realizzazione di un prodotto audiovisivo-multimediale.
QUINTO ANNO
Nel laboratorio del quinto anno lo studente approfondirà o completerà quanto effettuato durante il biennio precedente rafforzando la propria autonomia operativa, prestando inoltre particolare attenzione alla produzione digitale della fotografia, del video, dell’animazione narrativa e informatica. E’ tuttavia opportuno sperimentare in maniera autonoma nuove soluzioni tecniche ed estetiche, facendo oltretutto interagire altro tipo di medium artistico.
 
A partire dal curricolo in uscita, dalle indicazioni nazionali (premessa 1 e 2), dai presupposti di curricolo condiviso, fattibilità, inclusività del corso di aggiornamento e in seguito alle preferenze già espresse dai Licei Artistici firmatari del Board di Progetto “Audiovisivo&Multimedia”, si presentano la scansione temporale delle attività previste per l’anno solare 2017 e l’O.F. già concordata e condivisibile, insieme a quella ancora disponibile e attivabile in rapporto alle preferenze che verranno espresse dai Licei Artistici che sceglieranno di adottare il corso il corso di aggiornamento per i propri docenti.
 
Programma delle attività per l’anno solare 2017:
*entro 5 dicembre 2016: convegno a Bologna
*fra gennaio-aprile 2017: corso online
*fra gennaio-maggio 2017: 2 incontri di approfondimento per regione
*fra ottobre-dicembre 2017: 1 laboratorio (1PD, 1BO, 1MI)
*fra ottobre-dicembre 2017: 1 incontro di approfondimento per regione
*entro gennaio 2018: convegno a Padova
 
L’O.F. per il 2017 sarà in totale di 75 ore (3CFU), suddivisa in:
1 corso online
1 laboratorio
3 approfondimenti in presenza di 3h ciascuno
2 incontri giornalieri in plenaria
 
 

 
Offerta formativa:
 
1)
1 Corso online (su piattaforma Moodle dell’Università di Padova)
 
*Linguaggio degli Audiovisivi (5 moduli settimanali)
*Storia del cinema attraverso gli autori e i generi cinematografici (5 moduli settimanali)
 
 
2)
1 laboratorio (3 incontri di 8 ore)
 
*Il cinema di animazione (storia e tecniche) con produzione corto animato
*Cameraman e setting di ripresa
*Corso avanzato di montaggio software. A scelta fra (indicare): Final cut; suite Adobe-Premiere.
 
 
3)
3 lezioni di approfondimenti in presenza (3 per ogni istituto-polo regionale)
 
*Tra media e nuovi media: sociologia e teoriche
*Strumenti cloud (fotoritocco, gif animate, infografica, montaggio video)
*I Format per la radiotv
*Progettare una web radio di istituto
*Storia della radio-tv
*La scrittura  per il cinema e la tv: trattamento, sceneggiatura, dialoghi
*La critica cinematografica e televisiva, strumenti e metodi
*Il sonoro cinematografico
*Copyright e copyleft
Di cui, approfondimenti teorico-didattici:
*Dal film di propaganda allo spot
*Il cinema delle avanguardie artistiche del ‘900: surrealismo, futurismo, espressionismo
*Strutturazione e destrutturazione del racconto audiovisivo: dal film allo spot
*Dal cinema documentario al cinéma-verità al video partecipativo
*Gesamkunstwerk: epoche e stili del musical
*La serialità, dal cinema alla TV al web
*I topos del cinema popolare
* L’eredità attuale dei grandi Maestri del cinema: analisi funzionale delle componenti dell’inquadratura
 
 
4)
2 incontri di condivisione e approfondimenti sul canone (testi e materiali) e didattica disciplinare
1 giorno a Bo
1 giorno a Pd
 
 
 
Nota.
 
Dalle preferenze emerse verranno scelte le attività maggiormente votate (per ragioni di sostenibilità finanziaria, logistica, curricolo condiviso), nella misura di: 1 lab per regione (n.b.: se il nr max di 8 corsisti per laboratorio fosse superato, si può valutare uno sdoppiamento); 1 corso online; 3 incontri di approfondimento.
I “convegni” a Pd e Bo saranno in plenaria e obbligatori. Saranno dedicati soprattutto al “canone” (libri di testo – videoteca minima); didattica della disciplina; approfondimenti.
 
TOTALE monte ore (2017) di 24lab+26online+9appr+16conv= 75 ore/3cfu.
 
Il numero di attività che verranno avviate fra quelle a scelta dovrà tener conto di un affollamento minimo, per ragioni di sostenibilità finanziaria e tempistiche. La presenza alle attività sarà obbligatoria. Per gli assenti giustificati si può prevedere la possibilità dello streaming o della registrazione audio-video, in quel caso si rende necessario approntare un sistema di certificazione dell’attività svolta.
 
 
 
Loretta Guerrini-Verga e Manlio Piva

<< Pagina precedentePagina successiva >>
Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici
e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy
Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'utilizzo dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy